san flavio onomastico

La famiglia dei Flavi, a cui appartenne Flavio Clemente, era originaria probabilmente di Rieti. Alla fine del III secolo era proconsole dell'Asia Minore Faltonio Piniano, sposato con Anicia Lucina, imparentata con l'imperatore Gallieno. Le fortune della famiglia vennero però improvvi.samente troncate da Domiziano. La personalità di Flavio è, generalmente, pacata e dolce, poco amante degli eccessi e delle scenate. Nessun santo ha mai portato il nome Fulvio o Fulvia, quindi il nome è adespota e l'onomastico si festeggia il 1º novembre, in occasione di Ognissanti. Clicca qui per richiederlo. Dizionario della lingua italiana - Volume VII, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Fulvio&oldid=104737822, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Voci presenti nell'enciclopedia su persone di nome ". Flavio Clemente, figlio di Flavio Sabino, fratello dell'imperatore Vespasiano, poté egli pure raggiungere altissime cariche essendo stato proclamato console nel 95. Il nome deriva dal latino Flavus e significa 'coi capelli biondi'. I, delle più alte cariche dello Stato. Il Martirologio Romano ne ricorda la traslazione il 22 giugno. Tutti e due furono condannati per il delitto di ateismo. Oggi si commemora san Flavio Clemente e l’onomastico di tutti coloro che si chiamano così. Onomastico. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 7 mag 2019 alle 15:37. Il significato del nome Flavio ha, quindi origine dall’aggettivo maschile flavus che significa letteralmente "dorato", "biondo". Il 22 giugno, infine, ricorrerebbe la festa in ricordo di Flavio Clemente, console romano oltre che padre di due futuri imperatori Vespasiano e Domiziano, ucciso con l’accusa di ateismo. Flavio Vespasiano, poi, venne proclamato imperatore nel 69 iniziando la dinastia dei Flavi. Era, in origine, un soprannome che denotava la caratteristica del colore dei capelli, analogamente a Flavio, Rosso e Biondo. L’onomastico di Flavio si può festeggiare sia il 24 marzo in onore del vescovo di Brescia, sia il 7 maggio in ricordo di san Flavio martire, morto a Nicomedia. Flavio Clemente era nipote dell’imperatore Vespasiano e marito di Flavia Domitilla (omonima della santa citata nel Martirologio Romano alla data 22 giugno). Deriva dal cognomen romano Fulvius, tipico della gens Fulvia; è basato sul termine fulvus, che significa "biondo", "biondo acceso", "fulvo", "rosso giallastro", "rossiccio"[1][2][3][5][6][7], in riferimento al colore dei capelli[3]. Varianti italiane. A sua volta Dione Cassio riferisce: «in questo anno (95) Domiziano mandò a morte con molti altri, Flavio Clemente, allora console, benché fosse suo cugino e avesse in moglie Flavia Domitilla, sua parente. Fai gli auguri di buon onomastico a Flavio. Onomastico. Fulvio è un nome proprio di persona italiano maschile[1][2][3]. ______________________________ Il testo di Svetonio dice: «Denique Flavium Clementem patruelem suum, contemptissimae inertiae... repente ex tenuissima suspicione tantum non ipso eius consulatu interernit » (Domit., 15, 1). Va notato che, su alcuni calendari e siti internet, san Flavio, martire con i fratelli Augusto e Agostino a Nicomedia sotto Diocleziano e commemorato il 7 maggio[8][9][10], è sostituito erroneamente e senza apparente motivo con un "san Fulvio" e/o una "santa Fulvia"[11]. Il valore, la capacità l'intraprendenza di alcuni suoi membri consentirono a questi provinciali, non appartenenti all'antica aristocrazia, il raggiunoimento, a metà del sec. Secondo questi capi di accusa furono condannati molti altri, che avevano seguito i costumi giudaici: alcuni furono uccisi, altri puniti con la confisca dei beni» (Historia romana, LXVII, 13-14). Aggiunto/modificato il 2005-07-11, Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati Appartenente alla gens Flavia originaria di Rieti e nipote dell’imperatore Vespasiano, Flavio Clemente diviene console nel 95. Può darsi che Flavio Clemente non volendo compiere un atto di culto pagano abbia dato a Domiziano il motivo per condannarlo. Martirologio Romano: A Roma, commemorazione di san Flavio Clemente, martire, che dall’imperatore Domiziano, di cui era stato collega nel consolato, fu ucciso con l’accusa di ateismo, ma in realtà per la sua fede in Cristo. San Flaviano di Costantinopoli - Patriarca: 23 agosto: San Flaviano (o Flavio) di Autun - Vescovo: 19 ottobre: Santi Giusto, Flaviano e compagni di Susa - Monaci e martiri: 24 novembre: San Flaviano di Ricina - Vescovo e martire: 22 dicembre: San Flaviano di Montefiascone - Martire San Flavio Clemente Console e martire 22 giugno Nel 1725 furono ritrovate, nella chiesa di S. Clemente Papa al Laterano, alcune sue presunte reliquie. Nessun santo ha mai portato il nome Fulvio o Fulvia, quindi il nome è adespota e l'onomastico si festeggia il 1º novembre, in occasione di Ognissanti. Diffusione: In Italia ci sono circa 51.025 persone di nome Flavio. 18 o 24 febbraio (San Flaviano) 7 maggio (Santa Flavia Domitilla) 22 giugno (San Flavio Clemente) Frequenza In Italia Flavio è molto più diffuso della variante femminile Flavia: circa 30.000 contro 2.500 mentre i patronimici Flaviano e Flaviana si attestano rispettivamente sulle 4000 e 1500 unità circa. Anclie Flavio Clemente venne coinvolto nella persecuzione domizianea. Aveva sposato una parente, Flavia Domitilla, da cui ebbe sette figli, due dei quali, destinati alla successione imperiale, giacché il cugino Domiziano, succeduto a Tito nell'81, era senza prole. L’importante, infatti, per lui è mantenere l’armonia. Sia Svetonio, sia Dione Cassio parlano esplicitamente di condanna, maper il motivo usano espressioni molto generiche. Il cognome Flavius proviene, a sua volta, dall’aggettivo flavus, declinato al maschile. San Fabio, era un discepolo di Sant'Antimo, il suo martirio è accomunato a quello dei suoi compagni: Massimo, Basso, Sisinnio, Dioclezio e Fiorenzo. Era, in origine, un soprannome che denotava la caratteristica del colore dei capelli[3], analogamente a Flavio, Rosso e Biondo. Infatti., neo-li ultimi anni del suo impero, divenuto quanto mai sospettoso e crudele, fece eliminare molte persone, ritenute a lui avverse. La fama del nome Flavio è legata, in Italia, a personaggi famosi come l’imprenditore Flavio Briatore, gli attori e conduttori televisivi Flavio Insinna e Flavio Montrucchio, lo stilista Flavio Castellani e infine l’amministratore delegato di Telecom Flavio Cattaneo. San Flavio L’onomastico di Flavio si può festeggiare sia il 24 marzo in onore del vescovo di Brescia, sia il 7 maggio in ricordo di san Flavio martire, morto a Nicomedia. Flavio è un nome maschile di origine latina, dal patronimico Flavius, cognome romano della nobile famiglia "Flavia". Il 22 giugno, infine, ricorrerebbe la festa in ricordo di Flavio Clemente, console romano oltre che padre di due futuri imperatori Vespasiano e Domiziano, ucciso con l’accusa di ateismo. San Flavio di Nicomedia - Martire: 22 giugno: San Flavio Clemente - Console e martire: 23 agosto: San Flaviano (o Flavio) di Autun - Vescovo: 1 aprile: Servo di Dio Flavio Corrà - Giovane d'Azione Cattolica Attratto da tutto ciò che è bello, chi porta il nome Flavio sa valorizzare l’arte quando la trova e, attratto com’è generalmente dall’architettura, dalla pittura e dal disegno, potrebbe fare proprio dell’arte la sua professione. Flavio, nome di tradizione classica, è stato portato dagli imperatori romani Tito, Vespasiano e Domiziano, oltre che da Costantino e Giuliano, soprannominato l’apostata. Imperturbabile, sicuro di sé e diplomatico, Flavio, saprà cavarsela nei momenti difficili e uscirà dai momenti conflittuali, anche se sarà necessario mentire, qualche volta. Iniziò anche una persecuzione contro i giudei e i cristiani, quantunque non si sappiano precisare esattamente i motivi addotti per la condanna di questi ultimi. Flavio si ricorda il 22 giugno in memoria di San Flavio Clemente martire a Roma insieme a sua moglie Domitilla durante la persecuzione di suo cugino Domiziano. La grande maggioranza degli storici ritiene che egli sia caduto in disgrazia perché aveva fatto professione di Cristianesimo. Nel 1725 furono scoperte nella basilica di S. Clemente al Celio delle reliquie che furono credute quelle di Flavio Clemente. Come si vede nessun accenno al Cristianesimo; ma dalle fonti contemporanee sappiamo che i cristiani per la loro vita riservata erano ritenuti quasi degli ignavi (contemplissimae inertiae di Svetonio) e soprattutto furono accusati di ateismo, come attestano gli apologisti cristiani. Sposato con Flavia Domitilla, si converte al cristianesimo e perciò viene coinvolto nelle persecuzioni di Domiziano, che lo condanna a morte con una falsa accusa di ateismo. Nomi simili: Fulvio, Flaviano, Flaminio, Folco, Felipe, Nomi originali: consigli (rari) per lui e per lei. Nel 1725 furono ritrovate, nella chiesa di S. Clemente Papa al Laterano, alcune sue presunte reliquie. Nell'antichità non c'è menzione di culto; al 9 novembre il Martirologio Geronimiano elenca un Clemente che, peraltro, difficilmente può essere identificato con Flavio Clemente.

23 Marzo Giornata Mondiale Della Meteorologia, Nome Rossella In Arabo, Festa Religiosa Oggi, 4 Dicembre 2004, Santa Elisabetta Patrona, Isola Dei Santi Venezia, Regola Cu, Qu Cqu Scuola Primaria, Santa Margherita Sicilia,